Viaggio a Malaga e Almeria: avventura e cultura in Andalusia orientale

Questo viaggio a Malaga e Almeria vi porterà alla scoperta di angoli insoliti, tra sentieri nel bosco, canyon, spiagge dorate e acque cristalline. Un tuffo in un intreccio di culture, tra antico e moderno, il tutto sempre accompagnato da ottimo cibo ed esperienze outdoor incredibili.

Il viaggio è stato progettato da Davide, uno dei Travel Expert dell’Academy che ha completato con successo il Master Travel & Destination Expert. Davide, dopo aver effettuato un sopralluogo di persona nel mese di gennaio 2022, ha pianificato un bellissimo viaggio outdoor, scopriamolo assieme!

Le province di Malaga e Almeria sono rinomate mete vacanziere per i turisti provenienti da tutta Europa e non solo, in particolare la Costa del Sol. Oltre alla classica vacanza al mare, qui le possibilità di praticare sport e attività all’aria aperta sono infinite e riguardano molto più che la sola costa, infatti le esperienze nell’entroterra sono altrettanto affascinanti e completano un’offerta che combina avventura, scoperta e relax a 360 gradi.

viaggio a malaga e almeria in ebike

L'entroterra di Malaga: avventura, storia e pueblos blancos

La provincia di Malaga si trova nel cuore dell’Andalusia e comprende una grande varietà di ambienti. Qui potrete scoprire la ricca storia culturale e artistica della capitale della Costa del Sol, patria del grande Pablo Picasso, e città in continua evoluzione, ma anche spaziare dall’era del Neolitico al giorno d’oggi. Nei dintorni si può trovare di tutto e vivere una grande quantità di esperienze a contatto con la natura, scoprendo le tradizioni locali.

Sicuramente non può mancare una visita a Ronda, a circa 100 km da Malaga, dove l’impronta araba è ancora oggi ben visibile tra i vicoli della città vecchia e le incantevoli case bianche. L’atmosfera è quella di altri tempi e ha ispirato scrittori e poeti, che l’hanno vissuta, decantata e utilizzata come ambientazione delle loro opere. L’iconico Puente Nuevo collega le due parti della città, divise dalla gola scavata nel tempo dal rio Guadalevin, il famoso Tajo de Ronda, e dalla cima dello strapiombo su cui sorge la città si dominano le valli circostanti. Ronda è anche una meta perfetta per sportivi e amanti dell’adrenalina per via delle diverse possibilità che offre: vie ferrate, percorsi di canyoning e itinerari in e-bike sono solo alcune delle attività attraverso le quali scoprire il territorio dell’omonima Serrania e godere di panorami mozzafiato.

Percorrendo le strade all’interno del Parco nazionale Sierra de las Nieves si incontrano i famosi pueblos blancos (paesi bianchi), che si stagliano sulle colline e brillano riflettendo il sole caldo del pomeriggio. Tra questi sicuramente spicca Istan, che potrete raggiungere durante questo viaggio grazie a un’escursione in e-bike, o Yunquera, dove sperimentare il canyoning in uno scenario naturale unico.

Tra adrenalina e storia: Caminito del Rey e Antequera

A nord di Malaga, tra Ardales ed El Chorro, si trova uno dei percorsi più spettacolari e incredibili di tutta la Spagna, immerso in un contesto naturale di assoluto rilievo: il Caminito del Rey. Questo cammino, aperto al pubblico dal 2015, era considerato uno dei più pericolosi al mondo. Originariamente veniva utilizzato dagli operai della società idroelettrica locale per il trasporto di materiali e deve il suo nome al Re Alfonso XIII, che lo inaugurò agli inizi del XX secolo. 

Il percorso totale è di circa 8 km e si sviluppa tra gole, canyon e una grande valle. L’inizio ufficiale si può raggiungere tramite due diversi sentieri: uno più lungo e alberato, lungo il quale è possibile scorgere delle tipiche case-grotta e una particolare formazione geologica, detta “Arco Gotico”; l’altro più breve, dove si passa attraverso una serie di tunnel fino ad arrivare alla vecchia Subestaciòn Eléctrica. Qui le guide vi accoglieranno e inizierà il Caminito vero e proprio, dopo una breve spiegazione e la consegna del caschetto di protezione.

Dopo un primo tratto sulle passerelle, si raggiunge la Valle del Hoyo, dove sostare per un piccolo snack e godere della magnifica vista. Ripreso il cammino si arriva in breve al Desfiladero de los Gaitanes, con ripide pareti e passerelle sospese fino ad un altezza di 100 metri sul rio Guadalhorce. Proseguendo verso la fine si possono notare i resti del percorso originario, alcuni metri sotto quello attuale, e si può provare il brivido del vuoto ammirando il canyon dal Balcón de Cristal. Qui le foto sono d’obbligo e vale sicuramente la pena fermarsi un momento ad ammirare il panorama. Infine, si arriva al ponte sospeso, sotto il quale sgorga una bellissima cascata, che regala magici giochi di colori. Si termina il Caminito con un’ultima passerella e raggiungendo la località di El Chorro.

A breve distanza, nel centro della provincia di Malaga, si trova anche la cittadina di Antequera, importante a livello archeologico e naturalistico, grazie al complesso dei Dolmen, patrimonio mondiale dell’Unesco. Esso comprende anche il Torcal, un’area naturale composta da formazioni carsiche, perfetta per gli appassionati di trekking, con una ricca fauna e una vegetazione unica, oltre alla Peña de los Enamorados, un rilievo dal particolare profilo che ricorda un volto umano. Inoltre, la città vanta un grande patrimonio architettonico e culturale, di cui fanno parte l’Alcazaba, simbolo del periodo arabo, la Real Colegiata de Santa Maria la Mayor e altri numerosi palazzi antichi. Antequera è anche rinomata per la produzione di mantecados e polvorones, squisiti dolci tipici del periodo natalizio.

Parco naturale Cabo de Gata-Nijar: la perla di Almeria

Spostandoci verso l’estremo sud-est della penisola iberica, nella provincia di Almeria, troviamo un territorio di origine vulcanica unico nel suo genere: il parco naturale di Cabo de Gata-Nijar. Comprende una grande varietà di paesaggi e ambienti e può vantare una ricchissima fauna (marina e terrestre) e flora, oltre ad una particolare composizione geologica. Tutti questi fattori contribuiscono a rendere quest’area protetta una delle riserve più interessanti e particolari della costa mediterranea.

Il programma di viaggio in Andalusia orientale prevede giornate ed esperienze dedicate alla scoperta della bellezza della riserva da un punto di vista privilegiato: partendo dalla spiaggia di San José, splendida cittadina nel cuore del parco naturale, con le sue inconfondibili case bianche, si svolgeranno le attività di kayak e SUP. Guidati da esperti istruttori locali, potrete andare alla scoperta degli angoli più nascosti e unici della costa. Potrete fare una sosta per un bel bagno rinfrescante o immergervi per ammirare la ricchezza e i colori degli splendidi fondali marini!

Vale sicuramente la pena fare un giro per i diversi paesini del parco naturale, tra cui Rodalquilar, Isleta del Moro, Aguamarga e Carboneras, dove rilassarsi su ampie e dorate spiagge e tuffarsi nelle acque cristalline. Le più conosciute e apprezzate sono Playa de los Genoveses, Playa del Monsul, con le sue caratteristiche rocce vulcaniche e una grande duna di sabbia, e Playa de los Muertos. Dirigendovi verso ovest potrete invece raggiungere Cabo de Gata, dove godere di un tramonto spettacolare dal faro, passeggiare tra le saline e scoprire la Catedral de la Almadraba, a pochi passi dal mare.

Sapori in un viaggio a Malaga: tapas, cerveza e molto altro!

In Andalusia la cucina e gli ingredienti mediterranei la fanno da padrone, con influenze sia dall’Europa sia dalla vicina Africa; la varietà è ampia e i piatti sono semplici e gustosi. Pensando alla Spagna vengono subito in mente le famosissime tapas, che sono assolutamente il modo più facile ed economico per assaggiare quante più specialità della cucina locale: ensaladilla, tortilla, olive, huevos rotos, carne con patate, calamari fritti o al sugo e patatas bravas sono solo alcune delle più classiche, da accompagnare ad un buon bicchiere di vino o una rinfrescante cerveza.

pescaito frito andalusia

Tra le altre specialità che potrete gustare durante questo viaggio a Malaga e Almeria ci sono il gazpacho, le migas, un abbondante pescaito frito (in foto), croquetas di tutti i tipi e il Tabernero. Da soli o in compagnia, rilassandosi sul lungomare o dopo una bella camminata in un paesino di montagna, non rimarrete di certo delusi dalla varietà gastronomica di questa splendida regione.

Davide Muscaritolo: Digital Travel Expert per questo viaggio

Davide è un ragazzo curioso e durante i suoi viaggi ama immergersi nella cultura locale, attraverso la scoperta di tradizioni, usi e sapori nuovi. La passione per i viaggi e la scoperta del mondo l’hanno sempre accompagnato, così come quella per le lingue straniere. Dopo gli studi universitari in ambito turistico, durante i quali ha avuto la possibilità di svolgere un periodo all’estero, ha proseguito il suo percorso formativo attraverso alcune esperienze. Ha scelto il Master dell’Academy col desiderio di specializzarsi e promuovere un tipo di viaggio più attivo, sostenibile e autentico, così da poter creare in prima persona degli itinerari che rispecchino la sua visione del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.