Viaggio in Spagna: tra sport e parchi naturali in Castilla y león.

In questo viaggio in Castilla y Leon scoprirai una Spagna diversa dalla solita che tutti conoscono. Un’esperienza outdoor a 360° alla scoperta di luoghi insoliti e di parchi naturali tra passeggiate a cavallo, trekking e canyoning. Un viaggio tra esperienze adrenaliniche e luoghi patrimonio dell’UNESCO mozzafiato.

Il viaggio outdoor in Castilla y Leon è stato progettato da Elisa, una delle Travel Expert dell’Academy che ha completato con successo il Master Travel & Destination Expert. Elisa, dopo aver effettuato un sopralluogo di persona nel mese di gennaio 2022, ha pianificato un bellissimo viaggio outdoor, scopriamolo assieme! 

Viaggio in Castilla y Leon: si parte da Segovia!

Segovia, dichiarata Patrimonio UNESCO nel 1985, conserva ancora lo spirito delle antiche città castigliane. Perditi nelle vie del quartiere ebraico e scopri i monumenti spettacolari della città: l’Alcazar e le mura della città, il quartiere ebraico, l’Acquedotto romano e i magnifici mirador. Nel centro storico, spicca fra tutti il magnifico Alcazar, il castello gotico che, oltre ad essere stato dimora di diversi regnanti spagnoli nel corso dei secoli, sembra abbia conquistato anche il disegnatore Walt Disney che lo scelse come location per Cenerentola. L’Alcazar è arroccato in cima ad una roccia che domina tutta la vallata e offre diverse magnifiche vedute sulla chiesa della Vera Cruz e il monastero del Parral.  Da questa imponente struttura partono le mura medievali che circondano il centro della città; la cinta di Segovia (la più antica del paese) è una delle poche muraglie medievali che ancora si conservano in Spagna. Lungo i suoi 3 km di lunghezza sono presenti numerosi punti panoramici (mirador) da cui si può godere dei panorami incredibili offerti della sierra che circonda la città.

Addentrandosi per le viuzze della città, si scoprono il caratteristico quartiere ebraico, un intreccio di stradine strette e di vicoli caratteristici in cui perdersi fino a raggiungere il cuore della città: la celebre Cattedrale di Segovia e Plaza Mayor, cuore pulsante della città e sede di numerosi locali serali ed eventi.

A completare questo “viaggio nel tempo” è l’Acquedotto Romano che, con i suoi 167 archi, divide il centro della città in due. L’acquedotto è una delle opere ingegneristiche romane meglio conservate al mondo e per questo Patrimonio dell’UNESCO. Dal punto panoramico dell’acquedotto è possibile godersi i 10 km di vista spettacolare di questa maestosa struttura.

Ma Segovia non è solo questo; luogo di passaggio di molteplici culture, ciascuna delle quali ha lasciato la propria impronta, è una città ricca di tradizioni, soprattutto culinarie. Segovia, infatti, possiede una grande ricchezza gastronomica e numerosi piatti da non perdere, come ad esempio il conchillo di Segovia (maialino) o la sopa castellana (la zuppa tipica della regione). Non mancano ovviamente i piatti tipici della cucina spagnola come le tapas e il jamon iberico.

Natura e Sport a 360°: Parco della Sierra de Guadarrama

La regione di Castilla y Leon è circondata da catene montuose davvero spettacolari che rendono questa regione un luogo ricco di paesaggi naturali mozzafiato. Il Parco Nazionale della Sierra de Guadarrama è uno di questi: caratterizzato da montagne che superano i 2000 metri, vaste foreste e natura incontaminata, è il luogo ideale per gli amanti dell’outdoor. Il Parco, che si divide tra la regione di Madrid e quella di Castilla y Leon, offre una varietà di attività che vi si possono svolgere, a stretto contatto con la natura: dai trekking di uno o più giorni, al canyoning e rafting lungo i fiumi; alle vie ferrate, fino ai percorsi di arrampicata.

La Sierra de Guadarrama offre diversi percorsi e sentieri, tra cui l’itinerario circolare di Peñalara: un trekking di 14 chilometri completamente immerso nel verde e tra i più conosciuti di questa zona che conduce fino alla vetta principale, il Pico de Peñalara, con i suoi 2.428 metri. Questo trekking di due giorni è l’ideale per scoprire a 360 gradi le bellezze naturali e l’incredibile paesaggio caratterizzato dalle lagune e dalle formazioni glaciali del Parco Nazionale. I rifugi che ospitano gli escursionisti sono poi l’occasione migliore per godere a pieno delle bellezze di questo luogo anche durante la notte!

Parco della Sierra de Gredos: tra natura e patrimonio culturale.

Un altro luogo naturale ricco di paesaggi e vedute uniche è il Parco Regionale della Sierra de Gredos, che si estende sulla superficie di 28 comuni nella parte sud della regione e lungo tutto il Sistema Centrale Spagnolo. Il Parco è una spettacolare successione di lagune, circhi, gole e picchi tra cui la laguna Grande di Gredos e l’Almanzor, la vetta più alta di tutto il Sistema Centrale. La Sierra de Gredos è uno spazio naturale ricco di opportunità per esperienze outdoor indimenticabili: passeggiate a cavallo, canyoning lungo le rive del Fiume Tormes, trekking per raggiungere le cime più alte del Parco. Qui è inoltre presente una grande varietà di specie animali, tra cui la capra ispanica e l’aquila reale.

L’entroterra della Sierra de Gredos rappresenta quindi un’enorme spazio naturale da godersi a pieno grazie anche alle numerose opportunità di passeggiate a cavallo che permettono di esplorare tutti i luoghi più spettacolari del Parco Regionale. La natura incontaminata non è infatti l’unica attrazione della zona di Gredos. All’interno del Parco Nazionale si trovano diverse località ricche di patrimoni storici e culturali, come ad esempio Candeleda, il Barco de Ávila e la strada romana del passo del Pico.

Se siete amanti dell’outdoor e volete scoprire la natura selvaggia nel cuore della Spagna, cliccate sul link sotto la descrizione di Elisa!

Elisa Sangiovanni: Digital Travel Expert per questo viaggio

Curiosa di natura, adora viaggiare e le persone. Crede che viaggiare sia il modo migliore per valorizzare l’importanza delle diversità e del nostro Pianeta, ma anche il modo migliore per conoscere sé stessi. Ha vissuto in Indonesia e in Nuova Zelanda per diversi anni. Ora che é tornata in Italia sta creando il suo percorso nell’organizzazione di viaggi ed esperienze per condividere con gli altri la bellezza di uscire dalla propria comfort zone viaggiando, sempre nel rispetto della natura e delle culture locali. Ha scelto questo Master perché vorrebbe trasformare le sue passioni nel suo lavoro: viaggiare e fotografare le persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.