Viaggio a Siviglia e in Andalusia: tra folklore e natura della Spagna del sud

Se doveste pensare alla Spagna, cosa vi verrebbe in mente per prima cosa? Sicuramente una delle prime regioni che affiorerebbe nella mente sarebbe l’incantevole Andalusia, un territorio che raccoglie e avvolge in armonia tutte le peculiarità storiche, artistiche e culturali di questo Paese. 

Il viaggio a Siviglia e in Andalusia è stato progettato da Erika, una delle Travel Expert dell’Academy che ha completato con successo il Master Travel & Destination Expert. Erika, dopo aver effettuato un sopralluogo di persona nell’inverno 2022, ha pianificato un bellissimo viaggio outdoor, scopriamolo assieme!

real alcazar di siviglia

Pronti per un viaggio in Andalusia? Si parte da Cordoba!

Il punto di partenza del viaggio sarà Cordoba, nel cuore dell’Andalusia e più precisamente nel Parco Naturale della Sierras Subbetica; attraverso le rapide del fiume Genil si potrà ammirare la ricchezza della flora e della fauna, con un’ampia varietà di specie di rapaci. Nel parco sono predominanti due tipi di vegetazioni: quella mediterranea (leccio, corbezzolo, quercia spinosa e olivastro) e quella riparia, con pioppi bianchi salici e ontani

Nell’area sud-orientale della provincia di Cordoba, ai piedi di feritili pianure e circondato dalle montagne del Parco Naturale della Sierras Subbetica, sorge il Priego de Cordoba. Si tratta di una delle tappe lungo il Percorso del Califfato (l’itinerario culturale che parte da Cordoba fino a Granada) caratterizzata da un patrimonio monumentale ricco di edifici civili e religiosi in stile barocco costruiti nell’epoca di massimo splendore arabo. La gastronomia del luogo renderà indimenticabile la visita in particolar modo per l’olio di oliva con Denominazione di origine Priego de Cordoba, che sarà il gran protagonista di questa esperienza culinaria.

chiclana de la frontera

Il Parco del Donana, una zona umida tra le più belle in Europa

Nominare il Parco del Doñana significa citare uno dei luoghi simbolo, una vera cartolina di questa avventura. Ciò che rende affascinante questo parco è la varietà di ecosistemi che si incontrano come paludi, lagune, pinete, rive, dune mobili, scogliere e spiagge. Uno scrigno naturalistico che cambia di stagione e stagione tra le province andaluse di Huelva, Siviglia e Cadice.

Il Doñana offre la possibilità di ammirare alcune specie animali tra le più rare, come l’aquila imperiale e la lince iberica, è dimora di oltre 230 specie di uccelli e qui si può ammirare lo spettacolare tappeto rosa creato delle colonie di fenicotteri che lo popolano.

Le paludi sono luoghi di passaggio per questi uccelli, luoghi di riproduzione e svernamento di migliaia di specie europee e africane. Inoltre qui si possono ammirare, tra la varietà di paesaggi, fenomeni sorprendenti come le dune “mobili” (alte circa 30 metri) che si spostano dalla spiaggia e coprono le foreste di pini.

cadice in bicicletta

Huelva: l'impresa storica del 1492, adrenalina e Fiume Piedras

In questa città antichissima e poco turistica, vive il ricordo della straordinaria impresa marinara di Cristoforo Colombo, che con la sua celebre spedizione del 1492 cambiò le sorti della storia; molte delle vicende che condussero alla impresa si svolsero proprio qui. Huelva è una meta ideale per gli appassionati di archeologia industriale e soprattutto per gli amanti della natura.

Ci si spinge fin quasi al confine con il Portogallo per toccare con mano l’Oceano Atlantico tra le spiagge di Islantilla. Le attività acquatiche scateneranno una fortissima adrenalina a cui si sommeranno inevitabilmente brividi per la ricchezza naturalistica di questa zona.

Alla foce del fiume Piedras si potrà ammirare un paesaggio unico dichiarato Sito di interesse Comunitario per il suo valore ambitale, costituito da due ecosistemi di immenso valore naturalistico: le marismas da un parte e la flecha litoral che scorre dall’altro lato parallela alla costa. Qui si ammirano ginestre e pini domestici e si possono incontrare alcune specie come la spartina marittima, l’erica di mare, il cardo marino, il loto blu e tanto altro. Per quanto riguarda la fauna, la zona è ricchissima di invertebrati, molluschi, pesci e numerosissimi uccelli acquatici come l’anatra colorata, il cormorano e diverse specie di gabbiani. 

natura in andalusia

L'antico porto di Cadice e i luoghi magici del sud

Tra miti e leggende che vedono Ercole come fondatore dell’antichissima città di Cadice, la storia ci racconta che furono i fenici a fondarla ben 3000 anni fa. Ricchissima di commistioni storico culturali dei popoli che l’hanno dominata, a Cadice resterete sorpresi dalle imponenti mura settecentesche, che sono ancora in piedi, e dal centro storico con il suo aspetto moresco ricco di stradine acciottolate che si aprono su piccole piazze. Ad alimentare il sentimento nostalgico del tempo trascorso, è il fascino della cupola dorata della cattedrale, che spicca sopra le case bianche del centro della città.

Cadice è una meta imperdibile soprattutto per le sue vibranti e colorate spiagge che scorrono lungo la costa della Luz, come El Puero de Santa Marìa, El Puerto Real (il cui quartiere vecchio è stato dichiarato patrimonio dell’ Unesco) e Chiclana de la frontera. Durante la visita di quest’ultima si abbraccia di nuovo la storia che porterà ai tempi di Giulio Cesare; in questa località, tra boschi e vegetazione, si impone con il suo folgorante fascio il Punto magico della colonna di Ercole.

cattedrale di siviglia

Il viaggio raccontato sarà ancora più emozionante quando scoprirai i moltissimi altri luoghi magici che rendono meravigliosa l’Andalusia. Sei pronto a partire?

Erika Liuzzi: Digital Travel Expert per questo viaggio

Per Erika il viaggio è sempre stato protagonista della sua vita, fin da quando era bambina. Il suo lavoro le ha permesso di continuare ad esplorare il mondo e viaggiare nel quotidiano guardando alle cose con curiosità ed entusiasmo, innamorandosi della bellezza dell’altro e dell’altrove. Imparare a viaggiare per lei è davvero una mission che spera di poter concretizzare nei suoi progetti con l’obiettivo di diffondere il valore del viaggio come percorso alla scoperta di sé attraverso l’esperienza del mondo. Si è iscritta al Master per poter apprendere le competenze tecniche che un vero esperto del mondo del turismo deve possedere per poter costruire esperienze autentiche, sostenibili e fonte di crescita per il viaggiatore del nuovo millennio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.