fbpx

Outdoor in Portogallo: attività per tutti i gusti

Il Portogallo è una delle mete europee ideali per il turismo outdoor: 830 chilometri di coste, colline, picchi di granito e valli fluviali sono gli scenari perfetti per molteplici attività all’aria aperta, dalle passeggiate ai trekking, dal surf al birdwatching, dalle escursioni a cavallo ai tour in bicicletta.

spiaggia carcavelos attività outdoor in portogallo
Il Portogallo è rinomato per le sue spiagge che attirano surfisti da tutto il mondo

1. Escursionismo

In Portogallo sono presenti splendidi percorsi adatti all’escursionismo, poco frequentati e piacevoli da percorrere. La zona principale per svolgere questo tipo di attività, anche in maniera soft, è l’Algarve.
La parte settentrionale del Paese, invece, offre paesaggi più impervi e parchi naturali molto suggestivi.
In estate il caldo è abbastanza impegnativo da affrontare, soprattutto al sud e in Alentejo; i periodi migliori per praticare escursionismo in Portogallo sono la primavera (aprile-maggio) o l’autunno (settembre-ottobre).

Uno dei sentieri più noti (inaugurato nel 2013) è la Rota Vicentina, nell’Alentejo; offre la possibilità di affrontare due sentieri, uno lungo la costa (120 chilometri) e uno nell’entroterra (230 chilometri), durante i quali si possono ammirare splendidi paesaggi.
Itinerari in giornata si possono trovare in Algarve (a Monchique) e a Rocha de Pena. Per tour un pò più lunghi (dai 2 giorni in su) si può optare per il Parque Natural da Serra de Estrela, nelle Beiras, dove si può raggiungere la Vale do Zêzere è il punto più alto del Portogallo continentale (ci sono anche impianti sciistici).
Le escursioni di livello“, tuttavia, si trovano nella parte settentrionale del Paese, nel Parque Nacional de Peneda-Gerês, l’unico parco nazionale del Portogallo; si può partire da Campo do Gerês e Vila do Gerês.
Infine, escursioni in zone più note e turistiche si possono effettuare a 
Évora (passeggiata all’acquedotto cinquecentesco) e a Sintra (salita al castello moresco).

Non si devono dimenticare le Azzorre e Madeira: la perla dell’Atlantico offre una fitta rete di sentieri (quelli nella foresta Laurisilva, residuo della vegetazione semi-tropicale che ricopriva l’isola prima dell’arrivo dei Portoghesi, sono davvero unici al mondo) e levadas (la Levada do Caldeirao Verde è una delle più panoramiche) per escursioni di tutti i tipi.
L’arcipelago delle Azzorre è il paradiso del turismo geologico: 9 isole vulcaniche immerse nella natura da scoprire a piedi (prestando un pò di attenzione alle condizioni meteorologiche!)

Gli appassionati dei cammini potranno affrontare il Caminho Português, nel nord del Portogallo continentale, che offre vari punti di partenza anche se il più noto resta Porto.

Parque Natural da Serra da Estrela
Escursionismo nel Parque Natural da Serra de Estrela

2. Surf, windsurf e kitesurf

Sport outdoor in Portogallo, per i più, è sinonimo di Surf; sono infatti circa quaranta, tra reef e spiagge, le località dove poter incontrare l’onda perfetta. Il Paese è adatto a tutti i livelli di surfisti, dai principianti (in Algarve ci sono scuole che offrono pacchetti per imparare dalle basi) ai più esperti.

Una delle zone più note è quella di Peniche (spiagge di Supertubos e Baleal); a Praia do Guincho (nei pressi di Cascais) vengono spesso ospitate manifestazioni internazionali; a Carrapateira (Algerve occidentale) si trovano onde per sportivi esperti; a Praia do Penedo, infine, ci sono località adatte ai principianti.
Il periodo migliore per fare surf nella parte meridionale del Portogallo è l’inverno (novembre-marzo), mentre al nord si può benissimo andare in primavera o autunno (bassa stagione con spiagge meno affollate).
Attenzione, l’acqua è tendenzialmente più fredda rispetto agli altri stati dell’Europa meridionale, anche d’estate! Sul sito Magicseaweed si possono trovare webcam e bollettini delle principali località. 

Praia do Guincho è anche una delle località più famose per il windsurf. Altre sono Sagres (Algarve, per esperti), Lagos, Albufeira e Praia da Rocha (queste ultime tre sono accessibili a tutti).
Peniche, Praia do Guincho, Tavira e Lagos sono infine adatte a praticare anche il kitesurf.

luoghi per fare surf in portogallo - nazarè
Nazaré è un'altra località molto nota per il surf in Portogallo

3. Bicicletta

In Portogallo ci sono molti itinerari adatti alla Mountain Bike: Monchique, Algarve, Sintra, Setúbal e il Parque Nacional de Peneda-Gerês sono località molto note per questa pratica outdoor.
Anche le città, tuttavia, ospitano piste ciclabili adatte a pedalate più tranquille: Lisbona, Porto e Coimbra, le località costiere in Estremadura e il tratto tra Cascais e Praia do Guincho rappresentano soluzioni ottimali.

4. Birdwatching e osservazione della natura

Gli appassionati di birdwatching troveranno in Portogallo luoghi perfetti all’osservazione dell’avifauna: le lagune lungo la costa e i canyon vicino al confine con la Spagna si prestano perfettamente alla pratica.
A sud, ottime località per l’avvistamento sono la Serra do Caldeirão, il Parque Natural da Ria Formosa e, vicino a Setúbal, la riserva naturale dell’estuario del Sado. Gli uccelli marini sono visibili a nord di Lisbona, nella Riserva Naturale di Ilhas Berlengas. Per maggiori dettagli si può interpellare la Sociedade Portuguesa para o Estudo das Aves, la principale organizzazione ornitologica portoghese.

In Algarve, parlando di osservazione della natura, si possono avvistare i delfini con escursioni in compagnia di organizzazioni ambientali che offrono attività guidate da biologi marini.

5. Sport estremi

Il paradiso per gli amanti dell’arrampicata è il Parque Nacional de Peneda-Gerês. Ci sono tuttavia altre località di rilievo come le falesie di Nossa Senhora do Salto (vicino a Porto), le pareti di granito nella Serra da Estrela, le pareti di Sintra dominate dal castello moresco e Rocha da Pena, in Algarve.
A Madeira e nella parte settentrionale del Paese si può praticare anche parapendio, con due punti di lancio principali: Linhares e Alvados.

parapendio a madeira
Parapendio a Madeira, un'attività davvero entusiasmante da provare una volta nella vita

A gennaio (salvo complicazioni legate all’epidemia Covid-19) le otto partecipanti del Master partiranno per il Portogallo con l’obiettivo di vedere con i loro occhi quanto progettato in aula; verranno dislocate nei seguenti territori: Algarve (2), Lisbona e dintorni (1), Portogallo Centrale (1), Alentejo (1), Porto e dintorni (1), Valle del Douro (1) e una andrà sull’isola di Madeira.
Lavoreranno assieme a noi e al nostro partner, Portugal For You, per realizzare una programmazione esperienziale che avrà come protagoniste le attività outdoor in Portogallo. I prodotti finiti, poi, verranno commercializzati da Sharewood. Stay tuned.

Abraço!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *